Jayland Walker

La sera del 27 giugno 2022, poco dopo la mezzanotte e in una sera come tante a Akron città dell’Ohio, un giovane nero di 25 anni viene fermato per una violazione del traffico della strada.


Al primo controllo Jayland prova ad evitare il controllo ripartendo con la macchina.
Perchè prova a scappare? La domanda non è questa. La domanda è perchè la polizia ritiene senza altra considerazione un uomo di colore pericoloso e quindi ha già preventivamente la pistola in pugno?
Partono i primi colpi di pistola, Jayland fugge a quel punto a piedi. Ne segue un inseguimento che vede coinvolti più poliziotti. È una barbarica caccia alla volpe che i poliziotti statunitensi, gli sceriffi, hanno imparato dai Lord Inglesi.
Jayland è raggiunto più volte dai proiettili. Si conteranno circa 90 bossoli sparati dalla polizia. Almeno 60 di questi hanno colpito Jayland, così riporta il referto del medico legale.

Il razzismo è funzionale al modo di produzione capitalistico. Le sue conseguenze nel rapporto sociale di massa produce due effetti materiali: il primo è la “superiorità” dell’uomo bianco che ne leggittima il privilegio e la schiavitù sull’uomo di colore e anche la supremazia dell’operaio bianco sull’operaio nero; la seconda è la paura sociale verso i colorati, i colonizzati e razzializzati. Essi rappresentano in chi vive del privilegio della schiavitù ed oppressione neo coloniale la paura della eventuale rivolta degli oppressi di colore. Se il nero è un essere “inferiore” barbaro, esso non potrà che barbaramente spezzare le catene e distruggere la civiltà della società progredita dei bianchi proprietari. Sono cinque secoli che questo rapporto materiale viene continuamente riprodotto. La paura verso il nero stringe l’America ancora più decisamente proprio in questa fase storica in cui il capitalismo vede scricchiolare la sua accumulazione del valore tramite la produzione di merci, che appunto incrina il rapporto razzista. La polizia si fa più violenta, la società si fa più violenta contro la gente di colore proprio per l‘erosione delle basi materiali del privilegio capitalista bianco. Dall’Asia e dall’interno degli Stati Uniti la crisi dell’accumulazione capitalistica e la concorrenza sul mercato della produzione delle merci, spinge gli USA verso la massima violenza sociale per difendere irrazionalmente un sistema generale di oppressione che non riesce ad espandersi. L’irrazionalità della polizia di Akron è l’anarchia di un modo di produzione e del rapporto sociale determinato nel fronteggiare la crisi storica dell’accumulazione del valore.

Notti come quella di Akron del 27 giugno è la normalità che spinge gli Stati Uniti verso il precipizio di uno scontro civile generale che si rifletterà ovunque nel mondo dominato dal mercato, dalla merce e dal valore del capitale.
Dall’oppressione di classe basata sulla linea del colore, a quella della donna obbligata a riprodurre la vita per servire la merce, si ritorna alla oppressione della razza. I nodi irrisolti di 500 anni di colonialismo tornano a bussare contro il portale di un edificio che sembra oscillare paurosamente.

Il modo di produzione capitalistico aggredito dalle conseguenze fattori materiali della crisi della accumulazione del valore.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: